ossessionicontaminazioni

vg, musica, cinema, libri…

LABIRINTI DIGITALI

Internet, multimedia, videogiochi: orizzonti educativi in biblioteca, a scuola, in famiglia

Sabato 10 Novembre 2007

Sede: Aula Magna dell’Istituto Comprensivo – Scuole Medie di Fiorenzuola d’Arda (via S. Bernardo, n. 10)

 

Il programma degli interventi:

 

Ore 9:00

Saluti introduttivi di:

– Giovanni Compiani (Sindaco di Fiorenzuola d’Arda);

– Daniela Trenchi (Presidente Distretto Scolastico n. 3)

– Nicoletta Barbieri (Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Fiorenzuola d’Arda);

– Fernando Tribi (Assessore al Sistema Scolastico e Formativo della Provincia di Piacenza);

– Carla Maffini (Dirigente dell’Istituto Comprensivo di Fiorenzuola d’Arda);

– Patrizia Lucchini (Presidente AIB Emilia-Romagna).

 

Vincenzo Bazzocchi (Istituto beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna)

Francesco Antinucci (direttore della sezione Processi Cognitivi e Nuove Tecnologie dell’Istituto di Psicologia del CNR)

Lucio Pisani (medaglia d’oro quale benemerito della Cultura e dell’Arte)

 

Ore 11:30 coffee break

 

Ore 11:45

Anna Antoniazzi (dottore di ricerca in Pedagogia e assegnista presso la cattedra di letteratura per l’infanzia all’Università di Bologna)

Marina Nadalini (responsabile dei progetti multimediali della Biblioteca Sala Borsa di Bologna)

 

Pausa pranzo

 

Ore 14:30

Saluto introduttivo di Maurizio Coperchini (Presidente Consiglio d’Istituto)

 

– Eli Neiburger (Ann Arbor District Library – Michigan) videoconferenza con traduzione simultanea

Simona Caravita (docente di Psicologia dell’infanzia presso l’Università Cattolica)

Marco Accordi Rickards (Direttore culturale GAMECON-Salone del Gioco e del Videogioco e Editor-in-Chief di Game Pro)

Roberto Bertoni (OldGamesItalia)

 

A cura di Francesco Mazzetta con la collaborazione di Rosa Siporso

Traduzione simultanea a cura di Maurizio Marenghi

Le nuove tecnologie, internet, i nuovi media diventano un labirinto attraverso cui orientarsi diventa difficile per i soggetti coinvolti nel ruolo educativo, siano essi insegnanti, bibliotecari o genitori.

Le informazioni in realtà non sono poche e arrivano per lo più da quotidiani e riviste, ma sovente l’impostazione è sensazionalistica, scandalistica, allarmistica.

Tuttavia di contro a questa impostazione superficiale c’è ormai tutta una serie di studiosi e di pubblicazioni che valuta l’impatto, anche educativo, sulle nuove generazioni di tutto il materiale digitale che arriva a loro contatto. In particolare i videogiochi che sono da una parte tacciati di essere violenti e diseducativi, mentre dall’altra sono diventati un’industria imponente, un linguaggio comune dei giovani con cui non si può non fare i conti.

In tale ottica l’obiettivo di questo convegno è quello di fornire a insegnanti, bibliotecari e genitori elementi di riflessione da parte di esperti sull’impatto educativo delle nuove tecnologie, sui rischi ma anche sulle potenzialità educative che ad esse possono essere collegate.

Dal punto di vista dei bibliotecari la relazione del Dott. Vincenzo Bazzocchi dell’Istituto dei Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna, farà il punto sulla relazione tra il multimediale e la biblioteca, mentre Marina Nadalini ed Eli Neiburger porteranno rispettivamente l’esperienza di gestione e promozione di tali materiali presso la Biblioteca “Sala Borsa” di Bologna e presso l’“Ann Arbor District Library” nel Michigan (USA). Quest’ultimo in videoconferenza con traduzione simultanea mostrerà come sia possibile per una biblioteca gestire e promuovere, nel pieno rispetto delle proprie finalità culturali ed educative, un prodotto apparentemente alieno al mondo bibliotecario tradizionale quale è il videogioco.

Dal punto di vista degli insegnanti e dei genitori è prevista una serie di interventi estremamente stimolanti: quello Prof. Francesco Antinucci (direttore della sezione Processi Cognitivi e Nuove Tecnologie dell’Istituto di Psicologia del CNR oltre che autore di libri come “Computer per un figlio” o “Musei virtuali”) che parlerà dell’abilitazione cognitiva necessaria per l’uso delle nuove tecnologie e riporterà i risultati di uno studio sugli effetti dei videogiochi sulle performance scolastiche nella scuola primaria; la Prof.sa Simona Caravita (docente di Psicologia dell’infanzia presso l’Università Cattolica e curatrice del volume “Il bambino e i videogiochi”) relazionerà sul rapporto tra videogiochi e aggressività in bambini ed adolescenti; la Dott.sa Anna Antoniazzi (dottore di ricerca in Pedagogia e assegnista presso la cattedra di letteratura per l’infanzia all’Università di Bologna e autrice del libro “Labirinti elettronici”) parlerà del legame esistente tra il cinema, i videogiochi e la letteratura per l’infanzia.

Interverranno anche esperti del mondo videoludico quali il Dott. Marco Accordi Rickards (Direttore culturale GAMECON-Salone del Gioco e del Videogioco e Editor-in-Chief della rivista specializzata “Game Pro”) e il Dott. Roberto Bertoni (responsabile del sito “OldGamesItalia”) che relazioneranno sulle possibilità di una fruizione consapevole del videogioco e della necessità di considerarlo a pieno titolo prodotto culturale ed artistico e conseguentemente di prevedere per esso adeguata promozione, considerazione e conservazione.

Ma nel mondo fatto di bit delle nuovo tecnologie c’è ancora spazio per la poesia? Ne parlerà l’On. Dott. Lucio Pisani (medaglia d’oro quale benemerito della Cultura e dell’Arte).

(clicca sull’immagine per vedere la locandina ingrandita)

PER INFO:

Francesco Mazzetta
Biblioteca Comunale
P.le S. Giovanni, 5
29017 Fiorenzuola d’Arda (PC)
tel.: 0523983093-0523985140
e-mail: biblioteca@comune.fiorenzuola.pc.it ; biblio.fiorenzuola@tin.it
e-mail ill&dd: prestitibiblioteca@comune.fiorenzuola.pc.it
OPAC: http://opac.biblioteche.piacenza.it
Bollettino online: http://bibliotecafiorenzuola.splinder.com/


Advertisements

novembre 1, 2007 - Posted by | educazione, videogiochi

2 commenti »

  1. pensa io avevo partecipato a un progetto di biblioteca per degenti in un ospedale. peccato che a dirigerlo e come collega avessi delle idiote.
    -concorso su quanto hai scritto su La Strada….un libro meraviglioso a mio parere. davvero meraviglioso.
    un esempio, per me che cerco di scrivere.
    and

    Commento di anonimo | novembre 7, 2007 | Rispondi

  2. Nella maggior parte sviluppati e molti paesi in via di sviluppo, l’assistenza sanitaria è fornito a tutti a prescindere dalla capacità di pagare. Il Servizio Sanitario Nazionale del Regno Unito è stato il primo sistema di assistenza sanitaria universale fornite dal governo consiglia inoltre per una migliore salute possono generic viagra

    Commento di anonimo | gennaio 21, 2010 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: