ossessionicontaminazioni

vg, musica, cinema, libri…

Il “wille zur macht” della Tenebra: Darkness II

Jakie Estacado è un boss mafioso. Non certo dunque un bravo ragazzo. Eppure dentro di lui c’è qualcosa di ancora più terribile: la Tenebra, una personificazione del male che lo trasforma in essere demoniaco che si nutre d’oscurità. Dopo due anni trascorsi a tenere la Tenebra rinchiusa dentro di sé ed a trascorrere una normale esistenza da mafioso italo-americano, improvvisamente Jackie viene attaccato.

Un ristorante lussuoso, due amabili soubrettine che scherzano al suo tavolo e poi… un foro sanguinolento si apre nella testa di una delle due… le pareti esplodono, il fuoco divampa e Jackie (/noi) è a terra con un piede maciullato. Il suo luogotenente Vinnie, nonostante le ferite, si lancia a soccorrerlo ma… Jackie, al centro di un’imboscata mortale, non ce la può fare senza l’aiuto della Tenebra che, a malincuore, lascia uscire di nuovo. È proprio quello che vogliono gli attentatori: non una famiglia rivale, ma una setta oscura che vuole rapire i poteri della Tenebra per dominare il mondo. Questo l’incipit di The Darkness II (2K Games, per PC, PS3 e Xbox360), il seguito del videogioco ispirato all’omonima serie a fumetti ideata da Mark Silvestri, Garth Ennis e David Whol per Top Cow.

Il secondo episodio è stato sviluppato da Digital Extreme, mentre il primo si doveva a Starbreeze Studios, già responsabili di un’eccellente trasposizione videoludica delle avventure di Vin Diesel nei panni fantascientifici di Riddick. In esso la violenza, presente già in dosi massicce nel primo, viene portata al parossismo, ma in realtà il gioco si assesta su livelli maggiormente tradizionali ed “arcade”. Infatti nel primo episodio potevamo gestire con maggiore libertà i poteri della Tenebra mentre nel secondo le due braccia/serpenti demoniaci a disposizione possono colpire solo i nemici circostanti per poi “giustiziarli” con mosse estremamente splatter (alla Mortal Kombat) o afferrare oggetti ed utilizzarli come scudo e come arma. Mentre nel primo potevamo evocare folletti dell’oscurità (darkling) con varie capacità, ora ne abbiamo a disposizione solo uno, che potremo occasionalmente controllare per arrivare dove non può Jackie. Ma l’ultraviolenza splatter e gli intrighi della Fratellanza non devono essere sembrati un motore sufficiente a sostenere il plot, ecco così tornare Jenny, la fidanzata di Jackie che nel primo episodio era stata rapita e drammaticamente uccisa per tentare di fermarne la vendetta. Jenny è ancor più presente in quest’episodio da morta che nel precedente da viva: il suo ritratto in casa di Jackie, le visioni in cui lei gli appare come se due anni non fossero trascorsi e lei non fosse morta, la realtà alternativa – più reale e “sensata” della realtà – in cui Jackie si risveglia paziente delirante in un manicomio in cui una rediviva Jenny lavora come solerte infermiera. Su tutto e su tutti, come nel primo episodio, il wille zur macht della Tenebra, decisa a prevalere nel mondo.

In mezzo a tutto ciò la figura di Jackie sbiadisce un po’, semplice maschera di noi che facciamo – in prima persona – mattanza di cattivi, mafiosi o cultisti poco importa. E che il secondo episodio sia più rigorosamente sparatutto del primo, come genere di gameplay, è dimostrato dal fatto che disturba coi boss dover cambiare strategia, mentre nel primo l’approccio era più complesso in qualsiasi punto del gioco.

Se dunque The Darkness II si dimostra godibile (da ultimo grazie anche al pregevole uso grafico del cel-shading che riporta al fumetto) il suo maggior merito sta nel far riprendere dallo scaffale il primo The Darkness per rigiocarlo ancora una volta.

[recensione pubblicata su Alias-Il Manifesto di sabato 7 aprile, erroneamente a firma di Federico Ercole]

Advertisements

aprile 8, 2012 - Posted by | videogiochi

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: