ossessionicontaminazioni

vg, musica, cinema, libri…

FEMMINICIDIO E VIDEOGIOCHI

La violenza nei videogiochi conduce gli appassionati dei videogiochi ad essere violenti nel mondo reale. In particolare dato che i personaggi dei videogiochi sono maschi e i giocatori dei videogiochi sono maschi tale violenza si esplica contro le donne. Fino al femminicidio.

Questo è quello che deve aver pensato il giornalista Fulvio Grimaldi. Un bravo giornalista avrebbe dovuto verificare le proprie deduzioni, controllare se vi siano studi sperimentali che giustificano le proprie conclusioni. Raccogliere testimonianze di esperti che abbiano condotto indagini scientifiche in merito. Fulvio Grimaldi ha fatto qualcosa di quanto sopra? No. Fulvio Grimaldi ha utilizzato i videogiochi, insultando un bravo collega, per giustificare facilmente la sua tirata personale contro la cultura contemporanea che istiga alla violenza sulle donne.

Il suo pezzo Gli uomini uccidono le donne. E altri depistaggi. lo trovate sul suo blog (http://fulviogrimaldi.blogspot.it/2012/10/gli-uomini-uccidono-le-donne-e-altri.html) e su altri siti di controinformazione che evidentemente hanno scambiato una riflessione livorosa e non documentata per reportage giornalistico (ad es.: http://www.informarexresistere.fr/2012/10/22/gli-uomini-uccidono-le-donne-e-altri-depistaggi/). La preoccupazione, assolutamente legittima e meritoria, per la violenza contro le donne che culmina nel femminicidio, si colora pertanto della seguente affermazione apodittica e calunniosa:

Chi ha provato a misurare, magari con gli strumenti dei più validi scienziati della psiche, l’effetto che fa:
–       Essere indotto da subito a imparare come principio fondamentale “questo è mio” e a difenderlo contro tutti, se non contro la mamma di cui è “suo”.
–       Vedere in tv, fin dai cartoni animati, che i bravi, i forti, buoni o cattivi che siano, sono maschi e che le femminucce sono corollari ed effetti collaterali, quando non sceme alla Heidi.
–       Crescere  bersagliato da, e quindi appassionato a, videogiochi dove è inevitabilmente il maschio che spadroneggia per muscoli e perizia e dove tanto più si vince quanto più si è violenti e si distrugge, ammazza, sventra, incenerisce. Videogiochi che godono di apologeti irresponsabili, come tale Federico Ercole del “manifesto”,  che si inebriano delle qualità tecno-artistiche di queste apologie di reato e istigazioni a delinquere, quante più atrocità insegnano. […]

Chiunque abbia giocato a Tomb Raider, Resident Evil, a Tekken, a uno qualsiasi dei videogiochi in cui c’è almeno un’eroina (femmina) che fa strame di mostri/zombi/o comunque maschi cattivi sa come la maschilizzazione dell’eroe videoludico sia una cosa di un’altra epoca videoludica. Oggi maschi e femmine videogiocatori stanno rapidamente raggiungendo la parità e gli studi sul campo dimostrano ampiamente come la violenza videoludica non sia diversamente destabilizzante rispetto alla psiche della violenza sportiva.

Ma continuiamo a doverci sorbire questi soloni dell’ignoranza videoludica e giornalistica (perché, nonostante il suo straordinario curriculum che si può consultare qui: http://it.wikipedia.org/wiki/Fulvio_Grimaldi, Grimaldi dimostra in questo caso di essere pessimo giornalista non documentando le proprie affermazioni). Perché?

Annunci

ottobre 28, 2012 - Posted by | videogiochi, violenza |

1 commento »

  1. […] che lo accusava – scrivendo di videogiochi – di favorire e propiziare il femminicidio (https://ossessionicontaminazioni.wordpress.com/2012/10/28/femminicidio-e-videogiochi/). Ennesimo caso di esagerazione giornalistica sui videogiochi violenti considerati causa di […]

    Pingback di I sinistri antisionisti « ossessionicontaminazioni | giugno 24, 2014 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: